Assunzioni con Esonero Contributo Biennale

Studio_Gradelli_2014x

Assunzioni con Esonero Contributo Biennale

ASSUNZIONE LAVORATORI A TEMPO INDETERMINATO CON

ESONERO CONTRIBUTIVO BIENNALE L.208/2015

L’esonero contributivo in oggetto spetta a condizione che, nei sei mesi precedenti l’assunzione, il lavoratore non sia stato occupato, presso qualsiasi datore di lavoro, con contratto a tempo indeterminato. Inoltre, allo scopo di ridurre il rischio di precostituzione artificiosa dei presupposti per l’applicazione del beneficio non conformi all’obiettivo della norma, il Legislatore ha escluso l’applicazione del beneficio laddove, nell’arco dei tre mesi antecedenti la data di entrata in vigore della Legge di stabilità 2016, il lavoratore assunto abbia avuto rapporti di lavoro a tempo indeterminato con il datore di lavoro richiedente l’incentivo ovvero con società da questi controllate o a questi collegate ai sensi dell’art. 2359 c.c., nonché facenti capo, ancorché per interposta persona, al datore di lavoro medesimo.

La misura dell’incentivo è pari al 40 per cento dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’I.N.A.I.L., nel limite massimo di un importo di esonero pari a 3.250 euro su base annua.
Il beneficio riguarda le nuove assunzioni/trasformazioni con decorrenza dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016. La sua durata è pari a ventiquattro mesi a partire dalla data di assunzione.
L’esonero contributivo non trova applicazione in relazione alle assunzioni a tempo indeterminato con:

  • contratti di apprendistato;
  • contratti di lavoro domestico;
  • contratti di lavoro intermittente.

Detta riduzione, che si applica con condizioni differenziate per i datori di lavoro del settore agricolo, opera per un periodo di due anni a partire dalla data di assunzione/trasformazione del lavoratore.

Con la circolare n.57 del 29/03/2016, l’Inps, ha diramato le specifiche operative per la fruizione dell’esonero contributivo in argomento, il cui contenuto viene di seguito sintetizzato:

L’incentivo in oggetto è riconosciuto a tutti i datori di lavoro privati, a prescindere dalla circostanza che assumano o meno la natura di imprenditore, ivi compresi i datori di lavoro del settore agricolo.
L’esonero contributivo in oggetto non si applica nei confronti della pubblica amministrazione, individuabile assumendo a riferimento la nozione e l’elencazione recati dall’art. 1, comma 2, del d.lgs. n. 165/2001.
Hanno accesso alla fruizione dell’esonero in oggetto gli enti pubblici economici e gli altri soggetti indicati nell’ambito della circolare n. 178/2015, nonché i datori di lavoro tenuti ad assolvere gli obblighi contributivi nei confronti dell’Istituto Nazionale di Previdenza dei Giornalisti Italiani (INPGI).
Per una completa disamina dei datori di lavoro ammessi a fruire dell’incentivo in questione si rinvia alle circolari n. 17/2015 e 178/2015 relative all’esonero triennale previsto per le assunzioni effettuate nel corso dell’anno 2015.
Ai datori di lavoro aventi titolo all’esonero contributivo in oggetto, previa osservanza delle procedure previste per la fruizione del beneficio sarà attribuito il codice di autorizzazione “6Y”.
I datori di lavoro agricoli, dovranno inoltrare all’I.N.P.S. specifica istanza di richiesta, mediante il modulo “ASSUNZIONE OTI 2016” ed in caso di esito positivo verrà attribuito apposito codice di autorizzazione (C.A.), denominato E6.
Contributi non esonerabili
Sono esclusi da tale esonero:

  • i premi e contributi dovuti all’I.N.A.I.L.;
  • il contributo al fondo di Tesoreria, se dovuto;
  • il contributo al fondo residuale.

Il limite massimo dell’esonero è pari a 3.250 euro su base annua.
È inoltre previsto un esonero massimo mensile pari ad euro 270,83 (8,90 su base giornaliera per le frazioni di mese), oltre il quale non è possibile effettuare il recupero del beneficio in argomento. Qualora, in un mese, l’ammontare dei contributi a carico azienda, ecceda tale limite, tale quota, dovrà essere accantonata e recuperata nei mesi successivi. Tali limiti dovranno essere rapportati alla percentuale part time. Il beneficio spetta solo ai contratti stipulati dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2016 ed il benefico avrà una durata massima di 24 mesi.
Si precisa che anche le trasformazioni da rapporto di lavoro a tempo determinato/a termine in rapporto a tempo indeterminato, daranno luogo alla fruizione dell’esonero contributivo L.208/2015.

Il beneficio spettante dovrà essere esposto all’interno di <DenunciaIndividuale>, <DatiRetributivi>, elemento <Incentivo>, con i seguenti elementi:

  • nell’elemento <TipoIncentivo> dovrà essere inserito il valore “BIEN” avente il significato di “Esonero contributivo articolo unico, commi 178 e seguenti, della Legge 28 dicembre 2015, n. 208”;
  • nell’elemento <CodEnteFinanziatore> dovrà essere inserito il valore “H00” (Stato);
  • nell’elemento <ImportoCorrIncentivo> dovrà essere indicato l’importo relativo al mese corrente;
  • nell’elemento <ImportoArrIncentivo>, dovrà essere esposto l’ammontare dell’esonero contributivo pregresso dei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2016;

L’eccedenza del tetto mensile recuperata, dovrà essere esposta nell’elemento <AltreACredito> di <DatiRetributivi> con i seguenti elementi:

  • <CausaleACredito>, con l’indicazione del codice causale “L702” avente il significato di “conguaglio residuo esonero contributivo articolo unico, commi 118 e seguenti, legge n.208/2015”;
  • <ImportoACredito>, con l’indicazione dell’importo dell’esonero contributivo da recuperare
    sulla base della metodologia sopra illustrata.

L’I.N.P.S. ha rilasciato nuove qualifiche Inps di “comodo/convenzionali”, appositamente predisposte per la gestione dei lavoratori assunti o trasformati nel 2016 a tempo indeterminato, aventi diritto al beneficio in argomento.
Le nuove qualifiche Inps sono le seguenti:

  • 1BIEN: da agganciare ai lavoratori assunti a tempo indeterminato nel 2016, con qualifica operaio full time;
  • OBIEN: da agganciare ai lavoratori assunti a tempo indeterminato nel 2016, con qualifica operaio part time;
  • 2BIEN: da agganciare ai lavoratori assunti a tempo indeterminato nel 2016, con qualifica impiegato full time;
  • YBIEN: da agganciare ai lavoratori assunti a tempo indeterminato nel 2016, con qualifica impiegato part time;
  • OTIE6: da agganciare ai lavoratori assunti a tempo indeterminato nel 2016, con qualifica operaio full time di aziende agricole.

Share the Post

About Autore

Commenti

Nessun commento.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: