Infortuni – Il nuovo obbligo di comunicazione

StudioGradelli_2017

Infortuni – Il nuovo obbligo di comunicazione

Con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterLa a conoscenza che, a decorrere dal 12 ottobre 2017, i datori di lavoro avranno l’obbligo di comunicare in via telematica all’INAIL, a fini statistici ed informativi, dei dati relativi agli infortuni che comportano l’assenza dal lavoro di almeno un giorno, escluso quello dell’evento.

Con l’introduzione del SINP (Sistema Informativo Nazionale per la Prevenzione nei luoghi di lavoro), sulla base dell’articolo 8 del Decreto Legislativo n. 81 del 2008, si attiverà anche un altro obbligo, che è quello previsto all’interno del Testo Unico sulla Sicurezza e riguardante gli obblighi del datore di lavoro e del dirigente, ai quali toccherà, quindi:

  • l’obbligo di comunicare in via telematica sia all’INAIL, che all’IPSEMA, che al Sistema Informativo Nazionale per la Prevenzione nei luoghi di lavoro (SINP) di cui all’articolo 8 del Decreto Legislativo n. 81 del 2008, tutti gli infortuni sul lavoro che comportino l’assenza dal luogo di lavoro di almeno un giorno, escluso quello dell’evento.

Nonostante l’entrata in vigore del SINP era prevista a partire dal 12 ottobre 2016, il comma 1-bis dell’articolo 18 del Decreto Legislativo n. 81 del 2008 (che disciplina i doveri del datore e del dirigente), ha previsto che:

  • la comunicazione relativa agli infortuni che comportano un’assenza dal lavoro di almeno un giorno escluso quello dell’evento, sarà obbligatoria a partire dalla scadenza del termine di sei mesi dall’adozione del Decreto di cui all’articolo 8 comma 4 (ossia il D.M. n. 183/2016).

Ora, dopo l’entrata in vigore del D.L. Milleproroghe (D.L. n. 244/2016, di conversione nella L. n. 19/2017), l’obbligo di comunicazione è stato portato da 6 a 12 mesi.

In definitiva, l’articolo 18 del Testo Unico sulla Sicurezza (D.Lgs. n. 81/2008), concernente gli obblighi del datore di lavoro e del dirigente, alla lettera r) prevede, che tali soggetti, nello svolgimento delle loro funzioni devono comunicare in via telematica all’INAIL e all’IPSEMA, nonché per loro tramite, al sistema informativo nazionale per la prevenzione nei luoghi di lavoro di cui all’articolo 8, entro 48 ore dalla ricezione del certificato medico, i dati e le informazioni relativi agli infortuni sul lavoro che comportino l’assenza dal lavoro di almeno un giorno, escluso quello dell’evento e, a fini assicurativi, quelli relativi agli infortuni sul lavoro che comportino un’assenza al lavoro superiore a tre giorni.

Detto ciò, Le ricordiamo che dal 12 ottobre 2017 i datori di lavoro avranno un nuovo adempimento.

Per cui sarà necessario trasmettere:

  1. la comunicazione a fini statistici e informativi di tutti gli infortuni sul lavoro che comportano un’assenza di almeno un giorno escluso quello dell’evento, nel termine di 48 ore dalla ricezione del certificato medico;
  2. la denuncia a fini assicurativi degli infortuni all’INAIL, per gli infortuni che comportano un’assenza dal lavoro superiore a 3 giorni, sempre entro 48 ore a decorrere dalla ricezione del certificato medico.

Si configurano, in tal modo, due distinte e separate tipologie di denuncia:

  1. una a fini meramente statistici che è quella che riguarda le assenze per malattia inferiori a 3 giorni;
  2. un’altra, che è la denuncia vera e propria che fa riferimento invece agli infortuni per malattia con periodo di astensione pari o superiore a 3 giorni.

Share the Post

About Autore

Commenti

Nessun commento.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: