• Home
  • Blog
  • Invio dati spese sanitarie 2017. I soggetti obbligati

Invio dati spese sanitarie 2017. I soggetti obbligati

Intendiamo mettervi a conoscenza delle indicazioni operative da seguire in materia di invio dei dati delle spese sanitarie al sistema T.S. ai fini della predisposizione della dichiarazione dei redditi precompilata.

Ai fini dell’elaborazione della dichiarazione precompilata il D.Lgs. 175/2014 dispone che “i professionisti sanitari”, inviano al Sistema Tessera Sanitaria (….) i dati relativi alle prestazioni erogate dal 2015 ad esclusione di quelle già previste nel comma 2, ai fini della loro messa a disposizione dell’Agenzia delle Entrate. Il Decreto Legislativo citato ha dunque introdotto l’obbligo di invio dei dati delle spese sanitarie al S.T.S. finalizzato alla predisposizione della dichiarazione dei redditi precompilata.L’art.3, comma 3 del D.Lgs. 175/2014, ha individuato nello specifico i soggetti obbligati all’invio dei dati delle spese sanitarie sostenute nel corso dell’anno dai contribuenti annoverando tra questi:

Sono inoltre tenuti all’invio dei dati di spesa sanitaria: i presidi di specialistica ambulatoriale, le strutture per l’erogazione delle prestazioni di assistenza protesica e di assistenza integrativa, gli altri presidi e strutture accreditati per l’erogazione dei servizi sanitari e gli iscritti all’Albo dei medici chirurghi e degli odontoiatri. Con il Decreto 31 luglio 2015 del Ministero dell’Economia e delle Finanze sono state definite le specifiche tecniche di riferimento e le modalità operative relative alla trasmissione telematica delle spese sanitarie al Sistema Tessera Sanitaria.

I soggetti tenuti all’invio dei dati al S.T.S.

            Fatto salvo quanto finora detto in premessa, la platea dei soggetti obbligati all’invio dei dati delle spese sanitarie al sistema TS è stata successivamente ampliata per effetto del Decreto del MEF datato 1° settembre 2016; tale Decreto infatti è intervenuto sul perimetro soggettivo dei professionisti sanitari tenuti all’invio dei dati al sistema T.S, disponendo che inviano i dati delle spese sanitarie sostenute dalle persone fisiche a partire dal 1° gennaio 2016 anche i soggetti come sotto riportati.

Per tali categorie di soggetti, l’elenco delle spese/prestazioni da comunicare al sistema T.S. sono contenute nell’allegato A del Decreto 16 settembre 2016 disponibile sul portale del sistema T.S.


In riferimento al termine entro il quale effettuare l’invio dei dati delle spese sanitarie, come specificato sul S.T.S , Il servizio telematico per la trasmissione dei dati è disponibile 24 ore su 24, di conseguenza, fermo restando la possibilità di optare per la frequenza temporale che si ritiene opportuno scegliere (in tempo reale, giornaliera, mensile o altro), la trasmissione dei dati di spesa sanitaria deve essere effettuata entro e non oltre il mese di gennaio dell’anno successivo a quello della spesa effettuata dal cittadino. I dati trasmessi oltre tale data sono scartati dal Sistema TS. Salvo proroghe successive, in riferimento alle spese sanitarie relative al 2017, l’invio dunque deve essere effettuato entro mercoledì 31 gennaio 2018.

TABELLA DI DETTAGLIO SOGGETTI OBBLIGATI ALL’INVIO DEI DATI AL SISTEMA T.S.

Professionista È tenuto all’invio dei dati sanitari? Note
Dentista SI È espressamente richiamato tra i soggetti tenuti all’invio dei dati, essendo iscritto all’albo dei medici odontoiatri.
Medico che svolge solo attività intramoenia NO Tutti gli adempimenti saranno a carico dell’azienda ospedaliera/ASL.
Studio associato SI L’obbligo di trasmissione è in capo al medico che è stato indicato come “rappresentante” nel Modello AA7/10 inviato all’Agenzia delle Entrate.
Studio costituito come SRL SI
Psicologi Si Per effetto del Decreto del MEF del 1° settembre sono obbligati all’invio
Ostetriche SI Per effetto del Decreto del MEF del 1° settembre sono obbligati all’invio
Ottico SI Per effetto del Decreto del MEF del 1° settembre sono obbligati all’invio
Tecnici sanitari di
radiologia medica
 
SI Per effetto del Decreto del MEF del 1° settembre sono obbligati all’invio
Fisioterapista NO Non è iscritto all’albo dei medici/odontoiatri.
Medico ortopedico SI Indipendentemente dall’attività svolta, essendo iscritto all’albo dei medici/odontoiatri, è comunque obbligato all’invio dei dati.
Massofisioterapisti NO Non sono iscritti all’albo dei medici/odontoiatri.
Logopedisti NO Non sono iscritti all’albo dei medici/odontoiatri
Biologo nutrizionista NO Non sono iscritti all’albo dei medici/odontoiatri.
Medico specializzato nell’attività di dietista SI Indipendentemente dall’attività svolta, essendo iscritto all’albo dei medici è tenuto alla trasmissione dei dati sanitari.
Infermieri Si Per effetto del Decreto del MEF del 1° settembre sono obbligati all’invio
Farmacia SI È tra i soggetti espressamene ricompresi nell’ambito applicativo della norma.
Parafarmacia SI Per effetto del Decreto del MEF del 1° settembre sono obbligate all’invio
Medico di base che ha emesso fatture esclusivamente a fronte del rilascio di certificati medici SI Il Decreto 30 luglio 2015 individua, tra le prestazioni da comunicare, anche le certificazioni. Sarà pertanto necessario trasmettere i dati in oggetto
Medico veterinario SI Per effetto del Decreto del MEF del 1° settembre sono obbligati all’invio
Medico sportivo SI In quanto iscritto all’albo dei medici.
Allergologo SI In quanto iscritto all’albo dei medici.
Laboratori analisi – strutture accreditate SI Rientrano tra le struttura sanitarie accreditate.
Altre strutture accreditate per l’erogazione dei servizi sanitari (ambulatori assistenza specialistica, ambulatori dialisi, ambulatori specialistici chirurgici, strutture residenziali psichiatriche, ecc.). SI La norma richiama espressamente le strutture sanitarie accreditate tra i soggetti obbligati alla trasmissione dei dati.
Strutture sanitarie non accreditate SI La Legge di Stabilità 2015 ha previsto anche per tale strutture l’obbligo di invio a partire dal 2016

Normativa e prassi

  • D.Lgs. 175/2014;
  • D.M. MEF 31 luglio 2015- 1° settembre 2016-14 dicembre 2016;
  • Provvedimento Agenzia delle Entrate 25 gennaio 2017.
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Logo Studio Gradelli

Seguici sui social

CB Cashback World
® 2014 - 2021 StudioGradelli - P.I. 10696920585 | Sviluppato da ThinkNow.it